Puglia
La guida delle città su smartphone
completamente GRATUITA

L'incredibile storia delle Carteddate

Immagine di L'incredibile storia delle Carteddate

Popolarissime a Natale in tutta la Puglia, ciascuna carteddata può raccontare una storia lunga oltre due millenni.

Il Natale è ormai alle porte! Come sempre, la festività più attesa dell'anno ci investe completamente, coinvolgendoci in tutti i cinque sensi: le luci variopinte, il freddo invernale, le canzoni e, soprattutto, il profumo e il sapore dei dolci tipici natalizi.

Parlando di dolci tipici in Puglia, è impossibile non citare le carteddate. Non esiste famiglia pugliese senza una nonna, una madre o una zia che, durante le feste natalizie, non si rimbocchi le maniche e, armata di farina, zucchero, miele o vincotto, non si cimenti nella loro preparazione.

Pochi però sanno che questo popolare dolce ha alle sue spalle una storia secolare, anzi millenaria.

Il nome carteddate si riferisce probabilmente alla consistenza della pasta, talmente croccante e friabile da aver suggerito l'associazione con la carta.

La storia enogastronomica pugliese è ricca di riferimenti a questo dolce. Addirittura, un graffito rupestre risalente al VI secolo a.C. raffigura un'offerta votiva con protagonista un dolce molto simile alle attuali carteddate.

Spostandoci più in avanti di qualche secolo, le carteddate erano presenti al banchetto nuziale di Bona Sforza, figlia d'Isabella d'Aragona, nell'anno 1517.

Può un dolce semplice come una carteddata raccontare una storia millenaria? A quanto pare, si.



Partners

Camera di
Commercio di Bari
Provincia
di Bari
CNA di Bari
Comune di
Bari
Comune di
Gioia del Colle
Comune di
Putignano
Comune di
Sannicandro di Bari
Comune di
Palo del Colle