Puglia
La guida delle città su smartphone
completamente GRATUITA

Sara Errani e Roberta Vinci: Trionfo da record a Melbourne

Immagine di Sara Errani e Roberta Vinci: Trionfo da record a Melbourne

La coppia italiana si conferma la più forte nel circuito mondiale: battute nella finalissima degli Australian Open le tenniste di casa Barty e Dellacqua

Grande successo per le nostre italiane. Il 2013 parte subito con il botto: titolo agli Australian Open. In finale le due azzurre hanno battuto la coppia australiana formata dalla giovanissima Ashleigh Barty (16 anni) e Casey Dell'Acqua in tre set: 6-2 3-6 6-2 dopo un'ora e 42 minuti. Sembrava un match senza storia con le azzurre avanti di un set e di un break. Poi la reazione delle due australiane che hanno infilato un parziale di 6 giochi a uno (63 1-0).

Il momento difficile della coppia italiana va di pari passo con la crescita d’entusiasmo delle giocatrici e del pubblico di casa, come dimostra il break immediato che arriva in avvio di terzo set sull’errore a rete di una Vinci in fase confusionale. Con le spalle al muro, Sara Errani sale in cattedra e firma l’immediato contro-break (1-1) con passante e smash, un punto fondamentale perché zittisce il pubblico della Rod Laver Arena.

Inutile dire che il terzo set si sviluppa quindi su una linea di equilibrio e grande tensione, una pressione psicologica che evidentemente gioca un brutto scherzo all’australiana Barty al sesto game: un suo erroraccio “regala” a Errani e Vinci il break del 4-2, confermato con grinta nel gioco seguente. Sul 5-2, dunque, torna a servire la Dellacqua, bloccata a sua volta dal nervosismo: Errani e Vinci scappano 0-40 e chiudono al secondo match-point, con la stessa australiana che va larga con il rovescio.

Un sucesso storico per il nostro tennis: mai nessuna coppia “tutta italiana” aveva vinto gli Australian Open (per non parlare del singolare)

Il momento difficile della coppia italiana va di pari passo con la crescita d’entusiasmo delle giocatrici e del pubblico di casa, come dimostra il break immediato che arriva in avvio di terzo set sull’errore a rete di una Vinci in fase confusionale. Con le spalle al muro, Sara Errani sale in cattedra e firma l’immediato contro-break (1-1) con passante e smash, un punto fondamentale perché zittisce il pubblico della Rod Laver Arena.

Inutile dire che il terzo set si sviluppa quindi su una linea di equilibrio e grande tensione, una pressione psicologica che evidentemente gioca un brutto scherzo all’australiana Barty al sesto game: un suo erroraccio “regala” a Errani e Vinci il break del 4-2, confermato con grinta nel gioco seguente. Sul 5-2, dunque, torna a servire la Dellacqua, bloccata a sua volta dal nervosismo: Errani e Vinci scappano 0-40 e chiudono al secondo match-point, con la stessa australiana che va larga con il rovescio.

Un sucesso storico per il nostro tennis: mai nessuna coppia “tutta italiana” aveva vinto gli Australian Open (per non parlare del singolare)

Una bella rivincita nella prestigiosa cornice della Rod Laver Arena, lo stesso stadio dove un anno fa Errani e Vinci si erano arrese proprio in finale a Svetlana Kuznetsova e Vera Zvonareva. Un trionfo che acquista ancor più valore perchè era la prima volta che una coppia tutta azzurra partiva da prima favorita del seeding in un tabellone di un torneo dello Slam. 

Soprattutto le due azzurre lungo la strada hanno messo ko pirma le terribili sorelle Williams, Serena e Venus, dalle quali erano state travolte alle recenti Olimpiadi di Londra, poi hanno dominato contro la coppia russa formata da Ekaterina Makarova ed Elena Vesnina.



Partners

Camera di
Commercio di Bari
Provincia
di Bari
CNA di Bari
Comune di
Bari
Comune di
Gioia del Colle
Comune di
Putignano
Comune di
Sannicandro di Bari
Comune di
Palo del Colle